Dibattito pubblico
Martedì, 17/10/2017, 03:15
Welcome Visitatore | RSS
 
Main VACCINI: UTILI O DANNOSI? - ForumRegistrationLogin
[ New messages · Members · Forum rules · Search · RSS ]
Page 1 of 11
Forum » MALASANITA' » MALASANITA' DESCRIZIONE » VACCINI: UTILI O DANNOSI?
VACCINI: UTILI O DANNOSI?
dibattitopubblDate: Martedì, 29/09/2009, 17:38 | Message # 1
Admin
Group: Amministratori
Messages: 782
Status: Offline
In via di inserimento

Canale di "YouTube" di Dr Leonard Horowitz - VERITà SULLE VACCINAZIONI (in inglese)
http://www.youtube.com/user/DrLeonardHorowitz
http://www.youtube.com/user/DrLenHorowitz

"Dr. Leonard G. Horowitz is an internationally known authority in Public Health, Emerging Diseases, Behavioral Science, and Natural Healing, and an author of more than sixteen books, including Healing Codes for the Biological Apocalypse. He is globally known for his well-researched opposition to vaccinations. Dr. Horowitz's presentations and publications have served as the impetus for numerous Hollywood productions. His most recent book, LOVE the Real Da Vinci CODE, and a 2-hour DVD documentary, The LOVE CODE, presents the musical-mathematics underlying the spiritual mechanics of Divine creativity. His Perfect Circle of Sound™ revelations have been revolutionizing the music industry as well as water science. In his book Walk on Water, Dr. Horowitz revealed that the 528Hz frequency of sound is the precise LOVE tone. Dr. Horowitz is the co-founder of Healthy World Organization, a group bringing jobs to America through expanding markets in alternative medicine, natural healing, and personal health care products and services".


Libri scritti dal Dr. Leonard G. Horowitz:

"Emerging Viruses, Aids & Ebola- Nature, Accident or Intentional"
" Love the Real Da Vinci Code"
" DNA, Pirates of the Sacred Spiral"
"Healing Celebrations- Miraculous Recoveries through Ancient Scriptures, Natural Medicine & Modern Science"
"Death in the Air"

 
dibattitopubblDate: Martedì, 29/09/2009, 17:38 | Message # 2
Admin
Group: Amministratori
Messages: 782
Status: Offline
http://www.tremante.it/
 
StopTraffickingOfChildrenDate: Lunedì, 23/11/2009, 20:07 | Message # 3
Group: Iscritti 2
Messages: 40
Status: Offline
Questo video è un messaggio per invitare tutti a non vaccinarsi contro l'influenza suina. Vaccinazione che potrà, forse, essere presa in considerazione solo in pochissimi e selezionatissimi casi...FORSE!

http://www.youtube.com/watch?v=wFwlkQdWvGU

Message edited by Kalevipoeg - Lunedì, 23/11/2009, 20:08
 
Eugenio_TravaglioDate: Giovedì, 26/11/2009, 21:30 | Message # 4
Group: Iscritti 2
Messages: 69
Status: Offline
Merck Vaccine Chief Brings HIV/AIDS to America - Vaccini della marca Merck diffondono HIV/AIDS in America

http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU

This stunning censored interview conducted by medical historian Edward Shorter for WGBH public television (Boston) and Blackwell Science was cut from The Health Century due to its huge liability--the admission that Merck drug company vaccines have traditionally been injecting cancer viruses (SV40 and others) in people worldwide.

This segment of In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism, produced and freely contributed by consumer protector and public health expert, Dr. Leonard Horowitz, features the world's leading vaccine expert, Dr. Maurice Hilleman, who explains why Merck's vaccines have spread AIDS, leukemia, and other horrific plagues worldwide.

Please forward this clip (link) to everyone you know who thinks vaccines are "safe and effective."

 
StopTraffickingOfChildrenDate: Venerdì, 27/11/2009, 19:03 | Message # 5
Group: Iscritti 2
Messages: 40
Status: Offline
 
VisitatoreDate: Lunedì, 15/02/2010, 19:41 | Message # 6
Group: Visitatori





http://www.nannimagazine.it/articolo/Danni-da-vaccino-il-calvario-di-malati-e-famiglie-italiane

Danni da vaccino: il calvario di malati e famiglie italiane
Proseguono le battaglie di chi ha contratto malattie legate alle vaccinazioni. Ad oggi resta infatti inapplicata la legge 229/05 che dovrebbe garantire gli indennizzi.


Fonte: giorgiobertin.wordpress.com

Le possibili ripercussioni sulla salute
provocate dai vaccini sono ormai note al livello internazionale. La letteratura scientifica le ha riconosciute, eppure l'informazione a beneficio dei cittadini, in Italia, resta nebulosa e in qualche caso insabbiata secondo quanto denunciato da alcune organizzazioni a sostegno dei malati. Una negligenza che investirebbe anche la classe medica, colpevole, a loro dire, di minimizzare e omettere un'adeguata divulgazione dei possibili rischi.

Fra i vaccini più incriminati, quelli che
in passato erano parte della prassi obbligatoria sanitaria nazionale, come ad esempio l'antipolio Sabin [1] (già da qualche anno sostituito dal Salk [2] perché ritenuto meno rischioso) e quello contro il vaiolo, del quale, dopo l'accertata eradicazione della malattia, fu sospesa la somministrazione obbligatoria in Italia dal 1977, definitivamente abrogata nel 1981.

LA SITUAZIONE ATTUALE DEI MALATI

Se per molti cittadini questi vaccini sono solo un lontano ricordo infantile, per numerose famiglie rappresentano una condanna perenne. Sono tutti coloro che combattono contro i danni permanenti e invalidanti provocati dalla loro inoculazione. Storie simili a calvari che si protraggono per decenni e in alcuni casi si concludono con la morte.

Poliomielite, encefalite, meningite, danni neurologici irreversibili, sindrome
di Guillain-Barré, paralisi o grave danno cerebrale, alcune delle pesantissime ripercussioni a breve termine legate ai vaccini, malattie che spesso hanno un decorso degenerativo nel tempo. Altre lunghe liste di patologie fanno riferimento al medio e lungo termine con cui questi danni si manifestano.

"Mia figlia a pochi mesi, dopo il vaccino Sabin, ha contratto la poliomielite,
proprio la patologia dalla quale avrebbe dovuto essere protetta – racconta Nadia Gatti, presidentessa del Coordinamento nazionale danneggiati da vaccino (Condav)-. Successivamente ha cominciato a soffrire anche di epilessia. E lei, che ora è adolescente, è stata fortunata rispetto a molti altri. C'è chi è stato fulminato nell'arco di 48 ore da un'encefalite, altri sono finiti sulla sedia a rotelle alimentati con un sondino, infine nel polmone d'acciaio".

Patologie che spesso trovano un vuoto di risposte sanitarie, dovute alla
mancanza di una epidemiologia attuale: "La poliomielite, ad esempio, è di fatto una malattia 'fantasma' perché debellata nella nostra società – aggiunge la Gatti-. Questo fa sì che nessuna struttura ospedaliera sia più in grado di gestirla. E ci si ritrova in balìa del nulla".

A provocare la reazione avversa al vaccino sarebbe stata, in numerosi casi,
come spiega la presidentessa del Coordinamento, la cosiddetta "retromutazione allo stato selvaggio del virus vivo iniettato", che avrebbe provocato il conclamarsi della malattia. Ma numerosi sono i casi nel nostro Paese su cui pesa il sospetto, secondo le denunce di famiglie e operatori di settore, di una sorta di 'avvelenamento' indotto dalla presenza, all'interno dei vaccini, di sostanze nocive quali alluminio e mercurio.

LA PRASSI DI VALUTAZIONE DEL DANNO

Uno dei nodi difettosi, secondo il Coordinamento, è quello del riconoscimento del danno collaterale: "Per stabilirlo svolgiamo le visite presso una commissione medica militare - precisa la Gatti-. Sono loro che valutano se esiste o meno il nesso causale fra il danno e la vaccinazione o il sangue infetto, poichè l'indennizzo viene concesso facendo riferimento ad una tabella usata per l'invalidità militare. Ma, con tutto il rispetto per i militari, questo crea un ennesimo disagio, perché non sempre i medici che incontriamo sono competenti, soprattutto nel caso di bambini malati: per ovvi motivi in ambito militare la pediatria è tagliata fuori".

I DATI MANCANTI

Difficile quantificare in modo preciso i casi dei danneggiati da vaccino in Italia. Le stime ufficiali parlano di 500 malati a livello nazionale, ma secondo il Condav la cifra pecca per difetto: "Il numero preciso, ad oggi, è sconosciuto -prosegue Nadia Gatti-, perché i danneggiati sono inseriti nel calderone delle cifre relative anche a coloro che hanno subìto danni da trasfusione. L'estrapolazione dei dati non è stata mai effettuata. Ma se si considera che solo al Coordinamento sono iscritte 300 persone, si fa presto ad immaginare quanti siano al di fuori: i 500 ipotizzati non comprendono, ad esempio, le persone in causa e quelle che hanno fatto domanda di indennizzo da poco".

DIRITTI NON ANCORA RICONOSCIUTI

Dopo numerose battaglie per un pieno riconoscimento di questa fascia di malati, il Condav ha visto mettere nero su bianco le proprie richieste con la legge 229/2005, che ha integrato la preesistente 210/92, soprattutto in merito al capitolo sull'indennizzo. "Il provvedimento più recente ha di fatto sestuplicato la cifra da erogare ai malati, prevedendo un pagamento mensile – precisa la Gatti-. La legge ha permesso alle famiglie di poter far fronte a percorsi di cura onerosi e ha compensato il disagio economico che molti nuclei familiari vivono per la perdita del lavoro di uno dei genitori del malato". Peraltro, un decreto ministeriale del 2009, ha integrato la normativa relativa ai benefici cui hanno diritto le persone danneggiate dalle vaccinazioni, "individuando i criteri base per la formazione delle graduatorie necessarie all'applicazione dei benefici stessi".

Ma è stata vittoria solo a metà . Di recente, infatti, il Coordinamento è sceso
in piazza a Roma davanti al ministero della Salute, per denunciare la mancata applicazione della 229/05. Le rate dell'indennizzo mensile scadono nel 2010 e, oltre al fatto che molte non sono state erogate (insieme a quelle previste dall'articolo 4 che prevedono un indennizzo precedente all'anno 2005) "si sta cercando di prorogare queste date a fine 2015. Fino ad oggi - ha precisato la Gatti - è stato erogato solo il 12,50 per cento di ciò che spetta ai malati; all'appello mancano ancora gli arretrati".

Un nodo caldo della vicenda è il cavillo della legge che prevede il risarcimento
per le vittime di danni da vaccino, solo se segnalato entro i tre anni dal manifestarsi dell'eventuale sintomo, altrimenti non si ha più diritto al vitalizio. "Condav- precisa la presidentessa- da anni si batte anche per la riapertura dei termini. Dobbiamo segnalare purtroppo un generale disinteresse alla nostra causa da parte delle istituzioni".

MANCATA INFORMAZIONE SUI DANNI

Altro fronte sul quale la battaglia prosegue è quello relativo al diritto di informazione dei cittadini, su cui l'associazione alza la voce da tempo: "Vogliamo luce e chiarezza sulla divulgazione dei danni collaterali previsti dai vaccini- conclude Nadia Gatti-. Oltre quelli più o meno blandi presenti sul foglietto illustrativo del farmaco, esistono altre reazioni di cui nessuno conosce l'esistenza. Ma la cosa più grave- sottolinea- è che di fronte ad una reazione strana e non prevista del soggetto dopo la vaccinazione, molti medici tendono ad escludere a priori che sia colpa del vaccino".

DOCUMENTI
- Legge 210/92
- Legge 229/2005
- Decreto ministeriale 2009

LINK

- Condav

NOTE:

[1]
Il vaccino Sabin è costituito da virus vivi, modificati in modo da non provocare la malattia (se non i alcuni casi), ma capaci di stimolare la produzione di anticorpi. Il vaccino viene somministrato per bocca, anche a stomaco pieno, anche se spesso viene consigliato il digiuno, ma al solo scopo di evitare il vomito durante la somministrazione del vaccino. I virus contenuti nel vaccino rimangono nell'intestino e vengono eliminati con le feci dal bambino vaccinato per circa 6 settimane. In questo periodo i familiari devono osservare una scrupolosa igiene, lavandosi accuratamente le mani dopo ogni cambio di pannolino, per evitare il contatto con i virus. Sono potenzialmente pericolosi per l'adulto che ha una scarsa protezione. (Fonte: Condav.it)

[2]
Il vaccino Salk contiene il virus della poliomielite ucciso e potenziato e viene somministrato attraverso un'iniezione per via intramuscolare o sottocutanea. In Italia, dopo la pubblicazione del D.M. 7 aprile 1999, è stato obbligatoriamente utilizzato per le prime due dosi di vaccino (3° e 5° mese), allo scopo di ridurre le complicazioni di polio vaccinale che si hanno dopo le prime due somministrazioni di vaccino antipolio tipo Sabin e, dal giugno 2002, viene somministrato obbligatoriamente in tutte e quattro le dosi. (Fonte: Condav.it)

Paola Simonetti (12-02-2010)

 
albertoDate: Giovedì, 13/01/2011, 12:07 | Message # 7
Group: Iscritti anonimi
Messages: 1
Status: Offline
Questo documento dimostra la corruzzione nel campo vaccinale, nel quale l'amministratore delegato di una multinazionale offre denaro al direttore sanitario di una USL per fare della sperimentazione sui nostri figli. Giudicate voi.

[code]http://www.facebook.com/photo.php?fbid=1663359836237&set=a.1034532395944.2006992.1604470486&ref=nf

Message edited by alberto - Giovedì, 13/01/2011, 12:10
 
MariaRosaDeHellagenDate: Domenica, 17/07/2011, 02:42 | Message # 8
Group: Amministratori
Messages: 459
Status: Offline
http://www.tg3.rai.it/dl/tg3/articoli/ContentItem-a5f0d656-02b3-4244-a1a5-3eb63e1e7854.html

Quei bambini ammalati dopo il vaccino

In alcuni Paesi europei i medici danno l'allarme: in Irlanda, Norvegia e Svezia cresce il numero di casi di narcolessia infantile. Sono decine i bambini che si sono ammalati; bambini che due anni fa, quando si temeva un’epidemia molto estesa, erano stati vaccinati contro l'influenza suina

Quei bambini che si sono ammalati dopo il vaccino
di Iljà Klimov, Vesti.ru 15 luglio
In alcuni Paesi europei i medici danno l'allarme: in Irlanda, Norvegia e Svezia cresce il numero di casi di narcolessia infantile. Si tratta di una malattia del sistema nervoso, che si manifesta con attacchi improvvisi di sonno e sonnolenza. Sono decine i bambini che si sono ammalati; bambini che due anni fa, quando si temeva un’epidemia molto estesa, erano stati vaccinati contro l'influenza suina. Ma i potenziali effetti collaterali di quel vaccino, trovato in un batter d’occhio, non erano stati testati.
La vita di Sigrud Bergsud, 8 anni, è cambiata proprio nel momento in cui gli hanno iniettato la dose di vaccino per la cosiddetta "influenza suina". Da allora è vittima di attacchi improvvisi e incontrollabili di sonno, anche durante il giorno. Sigrud è solo uno dei 19 bambini norvegesi ai quali è stata diagnosticata una rara malattia del sistema nervoso, la narcolessia.
"Prima dormivo di sopra, adesso dormo qui, su questo lettino. Devo sempre avere vicino mamma e papà, nel caso venga assalito dagli incubi" racconta. Oltre agli incubi notturni, Sigrud soffre di allucinazioni e attacchi di catalessi, con perdita di tono muscolare, specialmente quando ride.
"A scuola ho difficoltà a seguire. Mi addormento così spesso che apposta per me hanno portato in classe una poltrona imbottita", ci dice tutto triste.
I genitori di Sigrud oggi hanno la sensazione di essere stati tratti in inganno dai funzionari del ministero della salute
"Raccomandavano fortemente il vaccino. I medici dicevano che era inoffensivo, senza effetti collaterali e che era stato testato con grande accuratezza. Per questo abbiamo dato il nostro consenso. Oggi posso dire di aver perso ogni fiducia in loro" ci spiega Monika Bergsud, la mamma del bambino.
Due anni fa tutto il mondo era nel panico. Era comparso un nuovo ceppo influenzale, che i giornali chiamarono "suina", con un alto tasso di mortalità tra chi si ammalava. Si temeva, inoltre, che il contagio potesse estendersi a decine di milioni di persone.
I migliori specialisti si misero allora al lavoro per trovare un vaccino, che fu messo a punto a tempo di record. Di un’accurata sperimentazione non si parlò nemmeno. Tutti quelli che volevano vaccinarsi diventarono, di fatto, delle cavie. "Ma quel vaccino era necessario. Ha salvato molte vite. Purtroppo, oggi sono stati riscontrati seri effetti collaterali. In quei primi mesi non si sapeva niente della narcolessia" spiega il medico Steinar Madsen.
Fu presto chiaro, però, che era stata fortemente esagerata la pericolosità del virus dell'influenza suina. E di lui restano solo le cattive conseguenze della vaccinazione.
La narcolessia si è manifestata non solo in alcuni bambini norvegesi ma anche in quelli di altri Paesi europei.
L'European Medicines Agency ha aperto un'inchiesta
 
MariaRosaDeHellagenDate: Giovedì, 21/07/2011, 01:38 | Message # 9
Group: Amministratori
Messages: 459
Status: Offline
http://codenamejumper.wordpress.com/2010/04/19/india-vaccinazioni-hpv-sospese-dopo-la-morte-di-4-ragazze/

India: vaccinazioni HPV sospese dopo la morte di 4 ragazze - La letalità del GARDASIL

New Delhi: Il Consiglio indiano di ricerca medica (ICMR) ha detto di sospendere immediatamente il programma di vaccinazione sul controllo del cancro della cervice uterina sulle ragazze. Il programma fa parte di uno studio di due anni che ha esaminato l’utilità del vaccino nei programmi di salute pubblica e l’accettabilità del Gardasil, il vaccino contro il Papilloma Virus umano (HPV) prodotto dalla Merck. Gardasil, disponibile nei negozi medici in tutto il paese , è commercializzato in India da MSD Pharmaceuticals Pvt. Ltd.

Il programma è stato segnato da polemiche dopo quattro morti e complicazioni che sono state riportate su 120 ragazze dopo la vaccinazione. Le ragazze lamentato disturbi allo stomaco, epilessia, mal di testa e menarca precoce. Il movimento delle donne attiviste ha paura che il vaccino possa avere in futuro un impatto sulla salute mentale delle ragazze che fino ad oggi non hanno mostrato segni di sofferenza.

Fonti del ministero della sanità hanno detto che il programma di vaccinazione è condotto da Gardasil, in collaborazione con PATH, una Ong con sede a Seattle, ICMR e i due governi statali. Circa 32.000 ragazze, di età compresa tra 10-14, sono state testate negli studi.

Il dottor V.M. Katoch capo dell’ICMR ha chiarito che l’ICMR era solo un partner tecnico con un ruolo consultivo nel progetto. Ma Katoch ha detto che stanno verificando le colpe.



Mettendo in discussione lo studio, la leader del CPM Brinda Karat ha dichiarato: “Come è possibile che il governo abbia intrapreso lo studio del danno a tre iniezioni sulle ragazze quando si sta pianificando un massiccio studio multi-centrico per determinare se due soli dosi saranno sufficienti?”

Un farmaco da somministrare ai bambini, ha detto la Karat, deve passare attraverso le fasi della sperimentazione clinica, incluse 3 fasi di studi clinici sugli adulti. Con Gardasil è stato effettuato un solo processo con un piccolo campione di 110 ragazze, che sono state seguite per un mese dopo il completamento della vaccinazione e dando appena un occhiata alla risposta immunitaria post-vaccinazione, ha detto la Karat. Il vaccino è stato inoltre approvato per le donne adulte di 27 anni di età senza alcuna sperimentazione su di esse.

Karat ha inoltre dichiarato che la logica scientifica e gli orientamenti etici sono stati violati a ogni passo durante la sperimentazioni dei farmaci sui vaccini.
 
Forum » MALASANITA' » MALASANITA' DESCRIZIONE » VACCINI: UTILI O DANNOSI?
Page 1 of 11
Search:

Copyright MyCorp © 2017